La “promessa“ per Caprara: Sì al senso unico sulla Strada Provinciale 23

Da il 1 Novembre, 2019

C’è voluto un servizio al telegiornale della brava giornalista Rai Celeste Acquafredda per “sbloccare” la situazione. Finalmente le richieste dei residenti di Caprara, preoccupati “da anni” per le condizioni di sicurezza della Strada Provinciale 23 che collega la frazione a Santa Teresa, troveranno una prima risposta concreta nell’istituzione a breve del senso unico di marcia. A promettere l’intervento “in diretta” lo stesso Presidente della Provincia di Pescara, Antonio Zaffiri: “Abbiamo visto che intervenire per allargare le carreggiate sarebbe un problema e problematico anche per questioni di tempo, allora si sta optando per un senso unico”. Zaffiri, che è anche il sindaco di Collecorvino, ha annunciato anche lo stanziamento di oltre 2milioni di euro per lavori di ripristino sulle strade dell’area vestina. Ma una parte di questo denaro verrà destinato al tratto dove, stando ai dati ACI in nostro possesso, si verifica almeno il 20% degli incidenti automobilistici dell’intero territorio del Comune di Spoltore, un’area di circa 40 chilometri quadrati. L’esposizione a Nord della “Strada Maledetta” le ridotte dimensioni della carreggiata, il fondo viscido a causa del fogliame e la presenza di alberi ad alto fusto ai lati della sede stradale rappresentano una “minaccia” dell’estrema pericolosità, anche se la si percorre a bassa velocità, che non può più essere sottovalutata. L’istituzione del senso unico é una prima soluzione “tampone” ma certamente non sufficiente per garantire la sicurezza e la buona qualità della viabilità dei capraresi e non. Inutile ricordare quello che è accaduto il 17 settembre 2019, perché di quella tragedia una 17enne ne porterà conseguenze permanenti per tutta la vita.

Nel servizio andato in onda ieri, 1 novembre 2019, nell’edizione delle ore 14 e delle ore 19 sono intervenuti il portavoce Paolo Di Martile, Girolamo Di Girolamo ed altri esponenti del Comitato Spontaneo di Caprara. 

GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA 

Sn.it

 

About marco

2 Comments

  1. Andrea

    2 Novembre 2019 at 9:32

    In questo modo non si risolve IN ALCUN MODO il problema della sicurezza, ma si ammazza solo il paese. Per “tamponare” basterebbe la potatura degli alberi e la sistemazione di un tratto di 50 mt di asfalto. Ci sono persone che da oltre 50 anni percorrono questa strada con la presenza di camion o autobus e non gli è successo nulla…il problema vero è che la strada è rimasta nelle stesse condizioni di 50 anni fa, con manutenzione ASSENTE!!!! Con il senso unico, si darebbe solo maggiore motivo per percorrere le strade a folle velocità come già in tanti fanno, oltre al fatto che un residente non può essere costretto a fare un giro di 6 km per andare dal fornaio, in farmacia, alle poste, al bar ecc

  2. Andrea

    3 Novembre 2019 at 17:45

    Ah, scusate, ma questo comitato cittadino, quanti cittadini ha realmente interpellato?… a me come tanti altri, non è stato chiesto nulla e non sapevo nulla di questa iniziativa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.