La Spoltore Servizi é in cattive acque? La perdita d’esercizio è 180mila€

Da il 29 Luglio, 2019
Per una volta non siamo noi a tirare fuori l’argomento Spoltore Servizi S.r.l. Ma è la politica che, attraverso una nota a firma del gruppo di opposizione rappresentato dai consiglieri Marina Febo, Andrea Sborgia, Giancarlo Febo, che ci rivela lo ‘stato di salute’ della principale municipalizzata spoltorese. Sembrerebbe, infatti, che nonostante la gestione di innumerevoli servizi pubblici (manutenzione degli immobili, strade comunali, verde pubblico, cimiteri, servizio mensa e scuolabus; dei quali spessissimo abbiamo parlato citando le delibere e le relative remunerazioni) detta società di proprietà al 100X100 del capitale del Comune di Spoltore versi in “cattive acque” dal punto di vista finanziario.
Di seguito il comunicato stampa in formato integrale inviato a Spoltore Notizie:

Nella seduta odierna della Commissione Bilancio del Comune di Spoltore, durante l’analisi dei documenti relativi all’Assestamento Generale di Bilancio la cui approvazione è prevista domani in sede di Consiglio comunale, l’assessore competente Chiara Trulli ha informato i consiglieri presenti che la perdita della Spoltore Servizi Srl non sarebbe più pari a Euro 97.547, come indicato negli atti in discussione, ma a circa Euro 180.000.

Questa modifica rilevante deriverebbe da una nota inviata al Comune dall’Amministratore Unico della Società in house, avv. Stefano Ilari, che avrebbe comunicato il peggioramento dei dati contabili.

“Abbiamo cercato di capire le cause che hanno determinato questo notevole incremento a discapito del Comune e il ritardo della comunicazione – affermano i consiglieri comunali di minoranza Marina Febo, Andrea Sborgia e Giancarlo Febo – Non avendo avuto spiegazioni siamo stati costretti a depositare una richiesta urgente di convocazione dell’Amministratore Unico della Società alla seduta del Consiglio comunale previsto per domani, affinché riferisca all’Assise in merito a questa ingente perdita che, se confermata, priverebbe la cittadinanza di fondi da utilizzare per altre importante esigenze”.

“Appare, però, già evidente – concludono i Consiglieri – che non vi sia stato un adeguato controllo da parte dell’amministrazione comunale sui conti della Spoltore Servizi se si registrano perdite di questa entità e soprattutto se il giorno prima del Consiglio la maggioranza non ne conosce neppure le ragioni”.

Insomma, stando a quanto affermato dai due consiglieri Febo e dallo Sborgia, il ‘gioiellino’ del Comune di Spoltore – almeno è in questi termini che ricordiamo aver sentito parlare di questa azienda, che impiega in organico oltre trenta persone tra operai, cuochi, autisti e amministrativi – necessiterebbe di una ulteriore operazione di ricapitalizzazione con lo scopo di ripianare le perdite d’esercizio. E oltre che di denaro pubblico, probabilmente, anche di un nuovo piano industriale che, a questo punto, potrebbe prevedere una riorganizzazione dell’organico (qualche licenziamento in vista?). Perciò seguiremo con particolare attenzione i lavori dell’assise spoltorese, questo pomeriggio, dato che in ballo ci sono parecchie questioni da approfondire e capire.

L’amministratore unico Avv. Stefano Ilari

I consiglieri Marina Febo, Andrea Sborgia e Giancarlo Febo

Sn.it

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.