Rilancio Italia. Pescara si fa ‘grande’ con le opere strategiche del Governo

Da il 4 Giugno, 2020

Anche Pescara sarà protagonista del programma per rilanciare l’economia e per far ripartire il Paese Italia gravemente compromesso dalla pandemia Coronavirus. La fase tre è stata annunciata ieri, mercoledì 3 giugno, in una conferenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. Tra le opere pubbliche strategiche che lo stato intende finanziare e realizzare nel prossimo futuro sono state annunciate due infrastrutture che darebbero una svolta epocale all’Abruzzo. Si tratta della seconda linea ferroviaria che collega il capoluogo adriatico a Lecce e di una tratta ad alta velocità su rotaia che collega Roma a Pescara. Di conseguenza, l’area metropolitana pescarese diventerebbe un importante collegamento nazionale tra il nord ed il sud del paese.

L’Alta Velocità nei tratti, Pescara-Roma, e lungo la costa adriatica, annunciata dal Presidente Conte dà pienamente ragione della battaglia che conduco sin dal primo giorno per portare l’Abruzzo fuori dalle secche. Fino ad oggi la risposta del Governo si è fermata al semplice ‘potenziamento’ delle linee esistenti, cercando di ‘velocizzare’ i percorsi, ma sempre nei limiti delle infrastrutture esistenti. In particolare per la linea Pescara-Roma, sia RFI che il MIT hanno sempre escluso un investimento per portare l’Alta Velocità, ritenendolo sproporzionato sotto il profilo ‘costi-benefici’. Per questo, anche il tavolo costituito a marzo scorso tra RFI, MIT e le Regioni Lazio e Abruzzo per la velocizzazione della Pescara-Roma sta lavorando (i risultati sono attesi entro la fine di giugno) nei limiti economici e strutturali descritti. Se ora il Presidente Conte afferma con l’autorevolezza del Capo del Governo che – finalmente – si punterà all’Alta Velocità non posso che esserne felice, augurandomi che quanto dichiarato non sia solo un proclama ad effetto destinato ad esaurirsi in pochi giorni, ma l’inizio di una nuova storia per la nostra Regione”. Questo il commento soddisfatto del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio al termine del discorso del Premier

Un’opportunità che dovrebbe far riflettere chiunque ancora oggi sostiene idee campanilistiche. Certamente la nostra Spoltore, per non essere esclusa dalla storia e dalle dinamiche socio-economiche che potenzialmente rivoluzionerà la City in cui viviamo dovrà rendersi partecipe e parte attiva di questo fenomeno in evoluzione. Il processo di fusione in atto che da vita ad una nuova è moderna città metropolitana con l’unione dei comuni di Spoltore, Montesilvano e Pescara, in merito a quanto di interessante è stato annunciato dal governo, potrebbe subire una logica e responsabile accelerazione.

About marco

You must be logged in to post a comment Login