Spoltore conta i danni del maltempo. Di Lorito chiede aiuto a Marsilio

Da il 10 Luglio, 2019

Anche il territorio di Spoltore è stato colpito duramente dal maltempo che in queste ore si è abbattuto sull’Abruzzo. In conseguenza delle abbondanti precipitazioni il primo cittadino Luciano Di Lorito ha decretato l’apertura del Centro Operativo Comunale, che come di consueto è attivo nel Comando della Polizia Locale in Piazza Unione Europea (per segnalazioni 085.4961845). Disagi e danni sono stati registrati su tutto il territorio, perché sono saltati i chiusini di quasi tutte le strade: anche il Palazzo Municipale ha riportato danni strutturali ed è stato necessario interdire l’accesso al piano del settore tributi. Le strade maggiormente danneggiate sono via Dietro le Mura, via Casaccio, via Trilussa, via Francia, via Prati, via Perosina, via Paradiso, via Fornace, viale Abruzzo, la SS602 e la parte bassa di via Italia. Centinaia le auto distrutte dalla grandine ed i garage invasi dall’acqua, come pure si registrano danni pesanti agli esercizi commerciali, attività industriali e coltivazioni. “Una bomba d’acqua di grandissime proporzioni ha colpito la nostra città” spiega Di Lorito “lasciando tanti danni che stiamo ancora verificando. Fortunatamente non ci risultano persone rimaste ferite o in altre situazioni di difficoltà”. Domattina (giovedì 11 luglio 2019) alle 8.30 il sindaco Di Lorito incontrerà il presidente della Regione Marco Marsilio insieme al consigliere delegato alla Protezione Civile Stefano Burrani: “chiederemo lo stato di calamità naturale per fare in modo sia per il patrimonio comunale sia per quello dei nostri cittadini si possano chiedere rimborsi per i danni riportati. Al momento non ci sono strade chiude al traffico, anche se sono in corso dei sopralluoghi per verificare lo stato di sicurezza di tutte le arterie del territorio. Nel più breve tempo possibile elimineremo le frane, gli smottamenti, il fango e i detriti presenti”. La macchina comunale continuerà a lavorare nelle prossime ore per ripristinare la situazione di normalità: il Coc resterà aperto fino alla fine dell’emergenza. Al momento in cui scriviamo non è possibile fare una stima complessiva dei danni che, comunque, ammontano a cifre a sei zeri. Ricordiamo ai lettori che sino rimasti danneggiati dal maltempo che, quasi certamente, servirà materiale fotografico a corredo della richiesta di risarcimento dei danni.

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.