#Stop5G: Pescara e Montesilvano si mobilitano, Spoltore no

Da il 23 Gennaio, 2020

Sempre più ampio, attuale e di livello mondiale, il dibattito che mette in relazione concetti legati alla tutela ambientale e alla salute con le sperimentazioni tecnologiche in atto nell’evolutivo ‘mondo’ della rete 5G. Mentre gli operatori ed i produttori operanti nell’ambito della telefonia mobile sostengono che questa nuova generazione tecnologica sarà innovativa ed utile per rendere ancora più veloce l’interconnessione dando vita a nuovi orizzonti multimediali e intelligenze artificiali, molte organizzazioni di carattere sociale e politico si stanno mobilitando per contrastare lo sviluppo di questo fenomeno. Tra i ricercatori e scienziati, organismi non governativi di medici per l’ambiente, sindaci, gruppi di consumatori, comitati e associazioni nazionali di malati, tecnici, organi nazionali d’informazione ecologica e gran parte della società civile sta crescendo un movimento che si identifica con l’hashtag “Stop5G” convinto che il 5G va fermato subito perché metterebbe a rischio la salute della popolazione. In soli nove mesi, nella nostra regione, così come nel resto d’Italia, tanti comuni si stanno sensibilizzando ed impegnando per approfondire l’argomento e sollevare un dibattito pubblico con posizioni chiaramente contrarie alla sperimentazione della potente rete di interconnessione. A tal proposito è stata indetta una giornata mondiale di sensibilizzazione prevista per il prossimo sabato 25 gennaio 2020, dalle ore 10,00 alle ore 20,00 alla quale hanno aderito ufficialmente 29 Paesi al mondo. Anche “Alleanza Italiana Stop 5G” organizza in 35 città italiane manifestazioni ed eventi. In Abruzzo saranno impegnate realtà comunali come Chieti, Città San’Angelo, Giulianova, L’Aquila, Montesilvano, Pescara, Pineto, Roseto degli Abruzzi, Silvi Marina, Sulmona, ed altre ancora. Di fatto ieri, martedì 21 gennaio, è stato presentato il programma di eventi che, con il patrocinio dei comuni di Montesilvano, Pescara, Città San’Angelo, Farindola e Picciano, sabato prossimo tratterà l’argomento in oggetto nella città del sindaco Ottavio De Martinis. All’iniziativa hanno aderito la portavoce Stop5G Abruzzo Tonia Di Giovacchino, la portavoce Stop5G Montesilvano-Pescara Cristiana Carradori, la portavoce Stop5G di Roseto degli Abruzzi Francesca Cartuccia, la portavoce di L’Aquila Antonella Sacco e il presidente dell’Associazione Nuovo Saline Onlus Gianluca Milillo. Non ci risulta, salvo smentite, l’interesse della nostra Spoltore alle celebrazioni della giornata di sensibilizzazione. Riteniamo che la partecipazione a questo dibattito determinante per gli equilibri e le scelte future, interagendo con realtà comunali affini alla nostra nell’area metropolitana, sia indispensabile, altrimenti o arriviamo secondi o potremmo risultare colpevoli d’indolenza. Secondo quanto riportato dal sito internet www.alleanzaitalianastop5g.it, sono attualmente 131 i comuni italiani che hanno ufficialmente già detto Stop al 5G. In questo link (https://www.alleanzaitalianastop5g.it/443193497) l’elenco dei comuni attivi che stanno agendo.

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.