Domani l’ultimo saluto alle vittime dell’incidente di Moscufo

Da il 22 Febbraio, 2020

Si svolgeranno lunedì 24 febbraio i funerali delle vittime dell’incidente stradale che si è verificato la scorsa notte a Moscufo. Alle 10.30, nella chiesa di San Camillo De Lellis, a Villa Raspa di Spoltore, si terrà la funzione religiosa dove saranno salutati Fabrizio e Simone Cerretani, padre e figlio, di 54 e 24 anni. Simone lavorava a Caprara come fabbro ed era anche un calciatore della squadra locale. Oggi sarebbe dovuto scendere regolarmente in campo nella sfida di campionato contro la Curi. Poche ore prima della tragedia si era allenato con i compagni al ‘Franco Lattanzio’. Anche il papà Fabrizio lavorava nel settore metalmeccanico, infissi e allumini. In segno di lutto il Caprara Calcio ha chiesto il rinvio della gara e la Pro Loco ha spostato la sfilata di Carnevale al prossimo 1 marzo.

Nel pomeriggio alle 15.30 nella Chiesa Parrocchiale San Cristofaro a Moscufo ci sarà l’ultimo saluto del 34enne Adriano Sborgia. Alla stessa ora, ma nella chiesa di San Giueseppe a Pescara,  le esequie del 50enne Maurzio D’Agostino. Con un comunicato stampa inviato alla nostra redazione il primo cittadino di Moscufo, Claudio De Collibus, e tutta l’amministrazione comunale, esprimono vicinanza alle famiglie Sborgia, Cerretani e D’Agostino. “Tutta la nostra cittadina è attonita e sotto shock per l’immane tragedia che si è verificata la scorsa notte. Moscufo si stringe per quanto possibile al dolore delle famiglie delle vittime esprimendo profondo cordoglio per il gravissimo lutto che li ha colpiti“.

Anche il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito ha espresso la sua vicinanza alle rispettive famiglie: “Ci stringiamo al dolore della famiglia Cerretani per la tragica scomparsa dei nostri concittadini, conosciuti e stimati, Fabrizio e Simone e per le altre vittime che questa notte hanno perso la vita tra Moscufo e Cepagatti”. A pochi chilometri di distanza infatti si è verificato un altro sinistro dove purtroppo ha perso la vita un quarantenne di Loreto Aprutino.

About marco

You must be logged in to post a comment Login