Lega Salvini Abruzzo: A Spoltore i servizi alla viabilità sono un optional

Da il 29 giugno, 2018

 

La Lega Salvini Abruzzo,  sostiene che a Spoltore i servizi alla viabilità sono un optional: “Tutte le amministrazioni, almeno nella forma, chiedono collaborazione ai cittadini, almeno nella segnalazione di piccoli e grandi disagi. Quella di Spoltore, invece, evita accuratamente di tener conto persino delle indicazioni che arrivano dai consiglieri di minoranza e, se proprio deve farlo si muove con estrema lentezza, quasi con fastidio”. A segnalare alcune situazioni di criticità che interessano il nostro paese, un comunicato stampa da parte del coordinamento regionale a sostegno di ‘Salvini per l’Abruzzo’, movimento rappresentato in consiglio comunale a Spoltore da Antonella Paris. Nel settembre dello scorso anno, la consigliera di Villa Santa Maria, avrebbe segnalato al comandante della Polizia Municipale spoltorese, il dott. Panfilo D’Orazio, una situazione di pericolo riscontrata in prossimità del bivio che dalla statale 16 bis monte immette in direzione della suddetta frazione. Un problema di viabilità che, secondo quanto affermato dalla stessa consigliera, sarebbe riconducibile alla posizione della piccola fontana presente nei pressi dell’incrocio. A quanto pare, automobilisti assetati, con lo scopo di abbeverarsi, lascerebbero le proprie autovetture in sosta vietata da costringere altri automezzi di passaggio ad invadere la corsia opposta. “Evidente – sostengono i salviniani – la necessità di predisporre adeguata segnaletica per evitare incidenti. Dopo sei mesi di attesa, il 30 marzo, sarebbe stata inviata una mail al Comune che avrebbe incentivato la volontà da parte del settore preposto ad istallare una serie di segnali stradali risolutivi. Il 29 maggio dei segnali nemmeno l’ombra. Nuova mail di sollecito. Passa qualche giorno e i segnali finalmente arrivano, ma vengono posizionati in maniera sbagliata”. Ci fanno sapere che, nonostante tutto, il problema persiste. Oltre alla questione della fontana, la Lega Salvini Abruzzo, solleva un ulteriore caso. Si tratta sempre del tema viabilità e riportiamo testualmente le parole degli scriventi: “Altro problema, altra segnalazione, altra totale indifferenza dell’amministrazione: via degli Oleandri, la strada comunale, che attraversa campi agricoli, utilizzata soprattutto da contadini per raggiungere appezzamenti di terreno. In questi giorni è un collegamento importante per i contadini che devono raggiungere con i mezzi agricoli le loro proprietà per la trebbiatura. La strada è intasata dal fango, impercorribile, come da foto allegata: Paris aveva chiesto che venisse pulita in modo da garantire la transitabilità e restituire un servizio ai cittadini. La segnalazione anche questa volta è caduta nella più totale indifferenza. I contadini affrontano un percorso più lungo e, soprattutto, vanno a creare problemi di rallentamento sulla viabilità ordinaria. Ma di queste cose, evidentemente, l’amministrazione di Spoltore proprio non ne vuole sapere”.

Simone Ciuffi

About marco

One Comment

  1. Antonio.muffo

    30 giugno 2018 at 14:34

    La Lega di Salvini a Spoltore è un’aberrazione. È preoccupante vedere Salviniani a Spoltore e non me ne vogliano alcuni amici ma, le ossa rotte in Europa sono la chiara espressione di una mancata capacità di mediazione politica da parte del governo Di Maio – Salvini.
    Se di buono qualcosa c’è stato è il fatto che per una volta abbiamo alzato la voce e l’orgoglio di non dover sempre subire i dictat di Merkel e Macron. Ma dopo questo episodio è chiaro che il “solo fumo e niente arrosto” di Salvini e Di Maio non ci porteranno da nessuna parte.Nel frattempo muoiono donne e bambini nel ns mare e noi giriamo la testa. Un paese di vigliacchi e senza memoria storica. Si preoccupano delle strade spoltoresi? Fate come oer i barconi, passate da un’altra parte!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.