Spoltore avrà la sua ‘ragnatela di occhi elettronici’ coi fondi nazionali

Da il 30 Nov, 2018

Spoltore avrà la sua rete di telecamere con un intervento di manutenzione straordinaria per tutto il sistema di videosorveglianza, orientato a risolvere una serie di criticità e all’integrazione degli impianti esistenti con nuove installazioni e con l’aggiornamento tecnologico delle reti wireless. L’annuncio nella nota dell’ufficio stampa dell’Ente ma è nelle parole del sindaco Luciano Di Lorito che, insieme al comandante della polizia municipale Panfilo D’Orazio, presenta gli interventi già finanziati e quelli della programmazione futura. “E’ stato previsto – spiega il primo cittadino – anche un riposizionamento delle telecamere che andrà ad interessare in particolare alcuni punti strategici: è il caso ad esempio del parco di Santa Teresa, dove sia i cittadini sia gli uomini della polizia municipale hanno registrato diverse situazioni problematiche”. Si apprende che le nuove installazioni interesseranno le aree circostanti le scuole, per garantire ulteriormente l’accesso dei bambini agli edifici. Il comandante della polizia municipale, che si è occupato delle attività di monitoraggio in questi anni, segnalando le zone del territorio dove la presenza delle telecamere era più necessaria, specifica che “l’ampliamento del sistema di videosorveglianza passa innanzitutto dalla realizzazione di un nuovo ponte radio tra Caprara e la nostra centrale operativa nel capoluogo. Si tratta di un adeguamento tecnico indispensabile per utilizzare le telecamere nel borgo di Caprara, perché in sua assenza non erano integrabili con il resto del sistema”. Altra novità introdotta sono le telecamere “Targha 804 Selea”, che come il nome suggerisce servono alla lettura delle targhe automobilistiche: apparecchi che consentono la lettura in entrambi i sensi di marcia e producono una foto a colori sia della targa, sia dell’area attraversata dalla vettura. “Ma”, come precisa il numero uno della polizia locale spoltorese, “non saranno utilizzate per l’accertamento delle violazioni stradali, ma saranno utilizzate nell’attività investigativa di controllo del territorio”.  Altre due telecamere in grado di controllare la targa sono state installate sulla Strada Statale 602 e in via Italia a Villa Raspa. Un intervento di rilievo è stato effettuato in piazza Di Marzio, dove la telecamera esistente è stata sostituita con una ad altissima risoluzione: inoltre è stato migliorato il suo sistema di comunicazione con i ponti radio già esistenti. Al momento in cui scriviamo non sono noti i costi a carico del contribuente spoltorese ma il sindaco Di Lorito si dice “fiducioso di ottenere i finanziamenti previsti dal Ministero degli Interni per l’installazione di oltre 300 telecamere nei territori dell’area metropolitana, che comprendono Spoltore, Pescara, Montesilvano, Cappelle e Città Sant’Angelo: attualmente il progetto è stato riconosciuto come idoneo ma sicuramente non sarà finanziato con i fondi previsti in questa annualità”. A livello nazionale è infatti attivo un fondo di 37 milioni di euro, sufficienti per circa 400 progetti sui quasi 2.500 presentati. “E’ in discussione però in questi giorni il rifinanziamento del fondo fino al 2022, e sembra che la volontà politica nazionale sia di finanziare tutti i progetti: se questa volontà non dovesse concretizzarsi, studieremo comunque soluzioni alternative per finanziare gli interventi nel nostro territorio”.

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat