Villa Raspa. Tabaccaia aggredita e rapinata sotto casa

Da il 13 Gennaio, 2020

Continua il “momento no”, se così può definirsi, quello che si sta vivendo dall’inizio dell’anno 2020 nella nostra Spoltore. La proprietaria del Tabacchi di via Italia, quello sito all’angolo con via Bari a Villa Raspa, è stata aggredita e rapinata sotto la propria abitazione. Il “fattaccio” è avvenuto intorno alle ore 20.30 di ieri sera, lunedì 13 gennaio, in via Reggio Calabria. 

A.D.M. di 60 anni si trovava a meno di duecento metri dal negozio quando un giovane, probabilmente straniero, con una giacca a vento e cappuccio in testa, nascosto nei pressi del box auto della donna, è sbucato all’improvviso dal buio. Prima ha cercato di strapparle la borsa dalle mani poi, data l’inaspettata reazione, l’ha colpita con un violento calcio al corpo. Una volta a terra si è letteralmente lanciato verso la borsa, dandosi alla precipitosa fuga a piedi. I residenti, richiamati dalla urla disperate della tabaccaia, sono immediatamente scesi in strada per soccorrerla. Qualcuno, coraggioso, ha addirittura provando ad inseguire il malvivente, senza tuttavia riuscirvi. Poco dopo sono sopraggiunti anche i Carabinieri di Pescara per raccogliere le testimonianze della vittima ed altri indizi utili ad acciuffare il responsabile di questa insopportabile malvivenza. Di sicuro si è trattato di un ‘colpo’ ben studiato da giorni: probabilmente aveva ‘studiato’ con attenzione le abitudini della povera vittima finita al pronto soccorso per le conseguenze dell’agguato. L’aggressore probabilmente pensava che  la signora portasse con sé l’incasso della giornata. Invece nella borsa c’erano pochi contanti, documenti e un mazzo di chiavi. Fortunatamente le condizioni della nostra concittadina non destano preoccupazione, come ci ha confermato telefonicamente anche il figlio L.D.G., mentre l’aumento dei fatti violenti e dei reati predatori nel territorio spoltorese quelli sì. Speriamo nello sviluppo delle indagini e che si possa mettere fine, per quanto possibile, a questo periodo bruttissimo.

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.