”Bagarre” in Consiglio per l’approvazione del Bilancio 2018

Da il 1 Ottobre, 2019

“Bagarre” in Consiglio a Spoltore per l’approvazione del Bilancio consuntivo 2018. La temperatura nell’Aula Consiliare si è subito riscaldata quando dai banchi dell’opposizione sono state chieste spiegazioni sull’accantonamento dei fondi pubblici per coprire la perdita di circa 179mila 134euro, stando a quello che si è detto eventuale, della Spoltore Servizi Srl: la municipalizzata di proprietà del Comune di Spoltore finita “sotto la lente” del Ministero dell’Economia e Finanze. Prima il ‘duo’ Sborgia-Febo, poi i leghisti spoltoresi Pace-Paris ma anche la consigliera grillina Filomena Passarelli hanno chiesto numi sulla gestione dell’azienda e sulle necessità di spendere altro denaro pubblico per nominare un ulteriore consulente, definito “conciliatore”, con lo scopo di trovare una soluzione alla “continuità aziendale” (dunque salvare i posti di lavoro), rispondere alle “nove contestazioni” dei tecnici ministeriali e, in particolare  sull’argomento ”crediti scaduti” ma iscritti nel bilancio della società: fatture vecchie, datate 2011/12, verso lo stesso Ente rivalutatesi, poi, nel tempo causa interessi. Le repliche sono state affidate al capogruppo Giordano Fedele (Partito Democratico) ma nel dibattito sono intervenuti anche la dottoressa Melideo, dirigente dell’Ente nel Settore Contabilità, ed i revisori dei conti che hanno sottolineato il “principio del divieto del soccorso finanziario”. Il sindaco Di Lorito ha chiesto del tempo “quindici giorni” ai colleghi del Consiglio comunale per “le risposte” ai quesiti di natura tecnico-giuridica sottolineando anche l’eventualità che persino il MEF possa avere preso “anche una cantonata”. Dopo circa 1:45 minuti il documento economico illustrato dall’assessore Chiara Trulli é stato approvato dall’Assemblea con 11 voti favorevoli e 6 contrari.

Per rivedere il video della seduta CLICCA QUI  mentre per le puntualizzazioni/precisazioni basta scrivere a info@spoltorenotizie.it.

 

 

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.