Di Lorito vola a Bruxelles per un forum su fondi europei 2021-2027

Da il 23 Marzo, 2019

Il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito è a Bruxelles per una due giorni di incontri e seminari sulla programmazione dei fondi europei 2021-2027. “Siamo una cinquantina di amministratori locali, invitati qui dall’europarlamentare Andrea Cozzolino” rivela Di Lorito. Il primo cittadino di Spoltore è l’unico, tra i sindaci abruzzesi, ad aver partecipato al forum. “E’ emozionante per me portare il nome di Spoltore a Bruxelles e avere l’opportunità di fare proposte sulle principali innovazioni inserite nel nuovo regolamento. E’ anche l’occasione di capire come intercettare i finanziamenti e quali sono i progetti ad avere priorità nelle linee guida europee”. “Abbiamo anticipato” chiarisce Cozzolino “un confronto su un nuovo regolamento per i fondi strutturali che approveremo la prossima settimana a Strasburgo: la grande novità è che per la prima volta sarà permesso l’accesso ai fondi per i comuni sotto i 50 mila abitanti, che potranno diventare a pieno titolo protagonisti della nuova programmazione dei fondi Comunitari”. Nel suo intervento Di Lorito ha evidenziato la straordinaria opportunità di rafforzare il legame tra le istituzioni europee e i comuni piccoli e medi, che con il nuovo regolamento potranno accedere ai fondi senza consorziarsi tra loro: “i servizi creati dai progetti comunitari diventano la prova concreta e reale della presenza della Comunità Europea sul territorio” ricorda. “Altra novità importante” prosegue Cozzolino “è che circa il 5% delle future risorse andranno nelle piccole comunità: ci siamo incontrati per discutere di questo e di come i Comuni devono attrezzarsi”. La nuova programmazione dei fondi, secondo Cozzolino “molto semplificata rispetto alla precedente”, sarà suddivisa in tre temi principali: la sostenibilità ambientale, come risposta al problema dei mutamenti climatici, l’innovazione, in particolare su come le nuove tecnologie cambiano il mercato del lavoro, e l’utilizzo delle risorse comunitarie per creare un nuovo welfare di sostegno ai cittadini europei. Tra le novità della prossima programmazione, la possibile flessibilità che lo Stato membro potrà chiedere, nell’ambito del Semestre Europeo, per cofinanziare progetti europei stategici. Per la pubblica amministrazione c’è anche la volontà di fare in modo che l’assistenza tecnica non sia rivolta soltanto alle società di consulenze, ma contribuisca ad accrescere la capacità delle pubbliche amministrazioni regionali e locali e di aumentarne l’efficienza e l’efficacia.

 

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.