Se tagliano fondi nazionali per l’accoglienza, a rischio lo Sprar a Spoltore

Da il 2 giugno, 2018

Le ultime dichiarazioni del leader leghista protagonista del neonato governo nazionale, Matteo Salvini, fanno temere un drastico ed immediato riassetto organizzativo sulla gestione italiana in merito alla questione migranti rifugiati e richiedenti asilo che arrivano nel nostro paese da posti nel mondo dilaniati da guerre e dalla povertà. Il capo del carroccio, nonché Ministro degli Interni della Repubblica Italiana, ha espresso la volontà di continuare a sostenere la sua famosa linea aulla politica migratoria, molto diversa da quella fin’ora provata ed ha sollevato la richiesta, evidentemente a chi di competenza, di valutare un serio taglio alle spese previste per il fine umanitario di cui trattiamo. A Spoltore, come già da tempo abbiamo avuto modo di raccontare, è in fase di sviluppo un progetto volto all’entrata del nostro Ente a far parte della rete nazionale S.P.R.A.R. (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Questo progetto che regola l’accoglienza integrata garantita dagli enti locali supportati da realtà del terzo settore e finanziato dal Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo, in molti comuni compreso Spoltore rischierebbe di non avere la possibilità di svilupparsi. Ricordiamo che l’attività progettuale spoltorese aspetta ancora di ottenere da parte dello Stato le opportune coperture finanziarie. Fondi che, molto probabilmente, il nostro Comune di Spoltore avrebbe già ottenuto nel caso in cui la richiesta di aderire al sistema di protezione in oggetto sarebbe stata presentata entro lo scorso mese di settembre 2017. Purtroppo, soprattutto quando gli scenari politici sono propensi a repentini cambiamenti, è opportuno essere decisi nelle scelte e il più veloci possibile nell’esecuzione delle proprie volontà. Noi ci auguriamo che le politiche interne ed estere della nostra nazione, nel futuro siano migliori, di matrice esclusivamente umanitaria e siano degne per essere definite rispettose dei diritti umani universali.

Simone C.

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.