Soldi per la discarica di Santa Teresa. Di Lorito si complimenta con la Febo

Da il 14 Nov, 2018

Noi l’avevamo anticipato alcuni giorni fa. Oggi la nota dell’Ufficio Comunicazione del Comune di Spoltore ci ricorda che sono in arrivo 725 mila euro per sanare la discarica di Santa Teresa di Spoltore. “Dopo un lungo e difficile lavoro si legge – si avvia alla soluzione anche un problema storico per il territorio dell’area metropolitana, una discarica dismessa dove sono stati abbandonati abusivamente, negli anni ’70 e ’80, rifiuti urbani”. Si tratta di un sito da bonificare che nonostante non costituisca un pericolo immediato per la salute dei cittadini rappresenta pur sempre una minaccia che potrebbe un domani risvegliarsi in seguito, magari, a qualche cataclisma. “Questa grande ferita ambientale del nostro territorio, ennesima eredità del passato anni ’80, va a trovare la sua positiva e definitiva soluzione” chiarisce il sindaco Luciano Di Lorito. “Si tratta di un investimento sul nostro futuro, in una delle aree più ricche di funzioni e potenzialità dell’area metropolitana”. In questi ultimi mesi hanno seguito la situazione il consigliere delegato all’ambiente Valentina Conti e il consigliere di minoranza di centrodestra Marina Febo, due volte avversario dell’attuale primo cittadino nelle elezioni comunali, che è anche specialista amministrativo del Servizio Gestione dei rifiuti e ambiente della Regione Abruzzo. “Come sempre siamo stati bravi a fare squadra” sottolinea il primo cittadino spoltorese “ed è una particolare soddisfazione per la nostra amministrazione riuscire a programmare, in tempi relativamente brevi, il superamento di una criticità legata a una cattiva gestione del territorio, che ha permesso a persone senza scrupoli di danneggiarci tutti”. L’area dell’ex discarica è una proprietà privata mentre l’intervento del Comune si è reso necessario poichè i proprietari sono rimasti inerti alle numerose sollecitazioni. I fondi stanziati fanno parte di un apposito capitolo di Bilancio dedicato alle discariche registrate dall’anagrafe regionale dei siti a rischio potenziale. La Regione Abruzzo ha disposto la programmazione complessiva delle risorse del Programma “Masterplan Abruzzo – Patto per il Sud” (Settore prioritario “Ambiente”), per un importo complessivo di 12 milioni di Euro: sono 11 gli interventi previsti con le risorse del Masterplan, quattro destinati a località in provincia dell’Aquila, due in provincia di Teramo, quattro in provincia di Chieti ed uno in provincia di Pescara.

Marina Febo

Valentina Conti

Sn.it

About marco

One Comment

  1. Max

    15 Nov 2018 at 6:52

    Ottimo lavoro…ma mi chiedo, e molti sicuramente se lo chiederanno, non è che dopo la bonifica queste aree saranno di nuovo a disposizione dei proprietari (sciagurati), magari per lottizzarle a spese dei contribuenti?
    Spero saranno quantomeno espropriate e utilizzate come aree verdi a disposizione di tutti.
    Immagino siano lotti a ridosso del fiume, dove dalle nostre parti si ha il “vizietto” di costruire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat