Spoltore prova ad entrare nel meccanismo dei Fondi Europei con l’UEAM

Da il 8 aprile, 2018

Il Comune di Spoltore ha approvato lo schema di convenzione per l’Ufficio Europa Area Metropolitana. Tale atto consentirà al Comune di Pescara, assieme ai Comuni di Montesilvano ed anche al nostro Ente Spoltorese, di partecipare al Bando POR FSE 2014/2020 Asse IV del Piano Operativo 2017/19 dedicato all’empowerment delle istituzioni locali. In sostanza: verrà creato un nuovo ufficio specializzato sulle opportunità create dall’Europa con sede nella struttura dell’Ex Aurum a Pescara. “Si tratta di un progetto per la gestione associata dei servizi di progettazione, programmazione e accesso ai finanziamenti” spiega il sindaco spoltorese Luciano Di Lorito “resi disponibili a valere su programmi europei, nazionali e regionali per favorire un’unitaria e coordinata strategia di sviluppo territoriale”. La delibera votata dal consiglio precisa che il contributo finanziario previsto coprirà fino al 100% dei costi ammissibili (l’80% attraverso finanziamento regionale e per il 20% a carico dei Comuni di Pescara, di Montesilvano e di Spoltore). Come fanno sapere che l’ufficio UEAM proporrà una strategia integrata di informazione basata sull’organizzazione di eventi e sulla gestione di strumenti informativi. L’ambizioso fine del progetto è rivolto anche allo sviluppo ed al rafforzamento dei servizi sociali, dei servizi per l’impiego, servizi per la tutela della salute, le istituzioni scolastiche e formative. Inoltre, gli annunci di questa fase di pre-partenza proclamano occasioni di incontri con i ragazzi per diffondere la cultura europea, la formazione, la creazione di servizi focus group. “L’orientamento su programmi e bandi dell’unione europea” prosegue il vice-sindaco spoltorese Chiara Trulli “permetterà agli enti locali del territorio di comprendere appieno le opportunità di finanziamento europee, che troppo spesso oggi restano senza seguito”. L’ufficio Europa, a quanto detto, funzionerà anche come supporto per l’attivazione di gemellaggi e in generale per la gestione di ogni genere di progetto continentale. Comunque, tanti buoni propositi che a breve avremo modo di valutare nei fatti. Sostanzialmente la sinergia tra questi tre territori protagonisti potrebbe anche essere interpretata come un’occasione per dirigersi in fretta verso una fusione espressamente voluta dai cittadini di Spoltore, Pescara e Montesilvano che hanno votato democraticamente a favore della Nuova Pescara, un progetto che gran parte della politica, a tutti i livelli, della nostra Regione Abruzzo sembra voler un tantino diluire nel tempo o magari del tutto abbandonare.

Sn.it

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *