Tasse comunali: il cittadino spoltorese pagherà con le condizioni del passato

Da il 29 marzo, 2018

Si è riunito ieri l’altro, martedì 27 marzo 2018, il Consiglio Comunale di Spoltore in una seduta che ha visto discutere un ordine del giorno molto tecnico e riguardante alcune tasse di competenza territoriale. Sono state approvate: le modifiche al regolamento per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (IUC); le disposizioni di un piano finanziario per la determinazione dei costi del servizio di Gestione dei Rifiuti Urbani; la delibera per l’applicazione delle corrispettive tariffe della TARI dell’ IMU e della TASI, per l’Anno 2018. In sostanza niente di imprevisto o rivoluzionario. Oltre alle lunghe ore di argomentazioni politiche, principalmente alimentate da parte delle componenti di minoranza in assise, le quali hanno anche proposto un paio di emendamenti (non accolti positivamente dalla maggioranza dei votanti), nulla di eclatante a favore del cittadino spoltorese che, bene o male, continuerà a pagare le imposte sopra citate in armonia con le condizioni del passato. Oltretutto, un sostanziale limite alla flessibilità della tassazione di cui stiamo parlando, viene imposto da ordinamenti di carattere nazionale. Ricordiamo che è la Legge di Bilancio 2018 a sospende “l’efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali, nella parte in cui prevedono aumenti dei tributi e delle addizionali attribuiti alle regioni e agli enti locali con legge dello Stato rispetto ai livelli di aliquote o tariffe applicabili per il 2015”. I lavori consiliari si sono conclusi con la votazione favorevole alla stipula di una convenzione, “Ufficio Europa Area Metropolitana- UEAM”, che sancisce una sinergia tra i comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore, al fine di progettare l’intercettazione dei determinati fondi europei necessari allo sviluppo e rafforzamento anche di servizi sociali, servizi per l’impiego, i servizi per la tutela della salute, le istituzioni scolastiche e formative, dunque beni utili alla collettività. A giorni si attende la disamina e l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Spoltore del Bilancio di Previsione, che proietta le economie del nostro comune ai prossimi tre anni, strumento attraverso il quale sarà possibile capire le spese che l’amministrazione sosterrà in relazione alle proprie scelte, per i bisogni dei cittadini e delle imprese spoltoresi.

 

Simone Ciuffi

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *