Basket, la Robur in volata supera un coriaceo Spoltore

Da il 17 Marzo, 2019

Tantissime emozioni al ‘PalaElettra’ di Pescara tra i padroni di casa della Robur e le ‘Aquile’ dello Spoltore Basket. Al termine del match, combattutissimo e non privo di polemiche, la spuntano i ragazzi di coach Marco Scorrano, 68-56 il risultato finale, che tornano così in vetta alla classifica scavalcando di fatto i cugini dell’Antoniana. Fuori dalla zona play off per la prima volta dall’inizio della stagione invece Spoltore.

Partenza fulminea del roster ospite che riesce ad imporre un parziale di diciotto punti (22-4): Di Cesare, Baldonieri e Romagnoli sono un autentico spauracchio per la difesa di casa che non riesce a contrastare gli attacchi dei biancorossi. Dopo il time out e la strigliata di Scorrano e del suo vice Sorce la Robur rientra in gara riuscendo ad accorciare il passivo a dodici punti (22-10).

Nel secondo quarto Morè trascina i suoi verso la rimonta. Una sua bomba da tre accompagnata da quelle di Cefaretti e Di Tommaso permettono alla Robur di accorciare ulteriormente e di andare al riposo lungo sotto di una sola lunghezza. Poco Spoltore Basket in questa frazione che limita i danni con i soliti Di Lorenzo e Baldonieri.

Al rientro dagli spogliatoi si gioca punto su punto. Di Tommaso mette la quarta tripla della gara per i suoi, la seconda personale. Risponde super  Romagnolo ma gli attacchi di  Morè e Paoletti permettono l’allungo. Il terzo parziale si chiude con un vantaggio di sei punti per la Robur (50-44).

Nell’ultima frazione, in particolare negli ultimi tre minuti di gara,  l’episodio che farà perdere le staffe agli ospiti. Il direttore di gara, Ferraioli di Teramo, lo stesso che aveva fischiato un tecnico molto discutibile due settimane fa a Baldonieri, non rileva un fallo netto ai danni di Di Cesare.  Dalla panchina ‘Girò’ Romagnolo si lamenta ma immediatamente Sebastiani invita lo stesso a non protestare per non incorrere sanzioni. Da li in poi è stato un continuo beccarsi tra Ferraioli e lo stesso Sebastiani, con il direttore di gara che si è avvicinato varie volte alla panchina spoltorese per dire qualcosa al tecnico, fino ad allontanarlo definitivamente dal rettangolo di gioco. Dal punto di vista tecnico da segnalare in questa ultima frazione i dieci punti messi a tabellino da uno strepitoso Pietrantoni e cinque dall’ex della gara Michelangelo Vegliò. Buona la gara anche dello Spoltore che nonostante il divario tra i due roster ha saputo tenere testa alla corazzata pescarese. Unico rammarico l’episodio arbitrale che ad onor del vero ci è sembrato eccessivo.

Robur Pescara-Spoltore Basket 68-56

Parziali: 10-22; 21-10; 19-12; 18-12

Progressivi: 10-22; 31-32; 50-44; 69-56

Robur Pescara: Morè 7; Paoletti 13; Tracanna 6; Vegliò 8; Pietrantoni 12; Mastrodomenico -; Del Monte 3; Cefaratti 9; Di Tommaso 8; Facciola’ -; Mastrodomenico A. 2. Coach: Marco Scorrano. Assistente: Jacopo Sorce

Spoltore Basket: Di Cesare 21; Baldonieri Tomassetti 10; Cristallini -; Romagnolo 10; Scurti 4; Romagnoli -; Blasioletti 2; Pace 5; Buzzelli 2; D’Andreamatteo; Belisario 2. Coach: Eugenio Sebastiani Croce

1° Arbitro: Edoardo Giovannini  di Silvi (TE)
2° Arbitro: Andrea Ferraioli di Teramo
3° Arbitro:
Segnapunti: Andrea Anna De Vita Spoltore (PE)
Cronometrista:
24 Secondi: Alessandro Pace di Spoltore(PE)

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.