Il “nuovo Spoltore” scatenatissimo sul mercato: cinque colpi per Ronci

Da il 21 Giugno, 2019

Dopo alcune settimane di apparente tranquillità arrivano i primi  botti di mercato per lo Spoltore di Sabatino Pompa. Notizia di queste ore l’ufficialità di cinque innesti messi a segno dalla società spoltorese. Arrivano in maglia azulgrana i difensori centrali Antonio Mottola, l’ultima stagione all’Acqua & Sapone, e  Federico Cialini dal Sambuceto. In mediana il colpo da novanta è rappresentato dal centrocampista classe 1994 Lorenzo Farindolini, ex Chieti e Renato  Curi. In attacco da segnalare il ritorno del ‘professore’  Alberto Nardone (attaccante esterno classe 1991) mentre dal Miglianico arriva l’esperto centravanti,  classe 1985, Mario Orta, 41 gol nelle ultime 4 stagioni in Eccellenza distribuite con le maglie di Miglianico, Penne e Renato Curi Angolana. Anche per Antonio Mottola, così come Nardone, si tratta di un ritorno. Entrambi  avevano vestito la maglia azulgrana nella stagione 2017-18. Cinque colpi  di spessore chiesti espressamente dal tecnico Donato Ronci, che la società ha ampiamente soddisfatto, che permetteranno di mantenere un profilo importante. Come sempre l’obiettivo della società sarà quello di raggiungere i fatidici 42 punti il prima possibile per poi cercare di confermare, magari  migliorare, il quarto posto conquistato nell’ultima stagione. Il tridente d’attacco Grassi-Orta-Nardone fa già sognare i tifosi. Senza dimenticare il jolly Sparvoli,  in cerca di riscatto dopo i problemi fisici che lo hanno costretto ai box nella passata stagione. Sul fronte cessioni al momento da registrare  il ritorno in patria degli spagnoli Cabanyes, Titi Sanz e Nuevo. Dovrebbe lasciare Spoltore, secondo alcune voci, anche Simone Bordoni. 

Questo quanto dichiarato dal numero uno spoltorese, Sabatino Pompa: “L’obiettivo è quello di di fare un buon campionato e di vincere, con i giovani, il campionato Juniores. La prima squadra sarà un gruppo che potrà fare benissimo e mi auguro faccia divertire i tifosi. -Inevitabile la domanda sul futuro stadio che dovrebbe sorgere in zona Motorizzazione Civile- Stiamo aspettando delle decisioni da parte dei proponenti. Noi abbiamo dato massima disponibilità al confronto ed eventualmente ad entrare nel progetto per dare il nostro contributo.  Va detto che  il Comune  sta lavorando  affinché si realizzi l’impianto. Un impianto che non riguarderà solo il calcio ma potrebbe essere affiancato da strutture che possano ospitare diversi sport, tra cui una piscina”.

Donato Ronci: Sono arrivati giocatori che conosco molto bene, funzionali al mio sistema di gioco. Rispetto agli altri anni sono sicuro che diventeremo squadra prima. Nelle scorse stagioni abbiamo impiegato tempo per trovare la quadratura del cerchio. Abbiamo anche molti giovani di prospettiva, classe 2001 e 2002, che sono sicuro faranno benissimo. Non facciamo promesse. Bisogna lavorare duramente. Sarà il campo poi a parlare. Come sempre dobbiamo raggiungere il prima possibile quota 42 punti e poi vedremo di fare qualcosa di importante. -Alla domanda sulle favorite laconica è stata la sua risposta-  Il Lanciano è la favorita. Ma anche Castelnuovo, Torrese, Sambuceto stanno costruendo delle rose importantissime”. 

Costantino Spina

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.