Pallanuoto: Under 17 sul tetto d’Europa. Nello staff tecnico lo spoltorese Castelli

Da il 21 Agosto, 2019

La nazionale Under 17 di pallanuoto si è laureata campione d’Europa. Una vittoria arrivata a poco più di dieci giorni dalla scomparsa di Ferdinando Pesci, allenatore della rappresentativa, sostituito in corsa da Massimo Tafuro. Nello staff tecnico azzurro, che ha condotto alla vittoria questi ragazzi, c’era anche uno spoltorese: il tecnico Arnaldo Castelli. Classe 1983, tecnico della Pescara Pallanuoto, ex della nazionale Svizzera, già nello staff delle Nazionali Italiane Giovanili Maschili, nel ruolo di preparatore atletico ed assistente tecnico, ed ex giocatore di altissimo livello. Proprio Castelli, subito dopo la vittoria, ha  raccontato le emozioni di questi giorni con un post commovente sulla propria pagina Facebook:

“In America questa storia avrebbe già varie sceneggiature e diversi premi Oscar in fila per interpretare i diversi ruoli. È una storia tra realtà, leggenda e mito… una storia EPICA si direbbe nell’antica Grecia.
È la storia di un gruppo di ragazzi partiti sorridenti all’inseguimento di un sogno, un desiderio, un Vello d’oro, un po’ Argonauti ed un po’ pallanuotisti guidati dal loro condottiero dai modi diretti e molto convincenti che sapeva coinvolgerli come pochi sanno fare. Giorno dopo giorno il Condottiero ha fatto di questi ragazzi una squadra, ognuno legato all’altro e tutti legati a lui da un filo tanto forte quanto invisibile pronti a tutto pur di conquistare il loro sogno…ma ogni mito si sa passa da una sciagura e qui si parla di una malasorte tanto ingiusta quanto inaspettata!!! Infatti un giorno il Condottiero non c’è più è andato via anzi è stato portato via…ed è qui che la storia diventa LEGGENDA!!!
La leggenda di un gruppo di ragazzi che guardano in faccia il dolore, le lacrime, l’angoscia, la tristezza, la sofferenza e decidono non di sfidare queste maledette ma di annientarle e di inseguire ancora più uniti il sogno che con il Condottiero si erano prefissati. Questa è la LEGGENDA di ragazzi che diventano UOMINI e spazzano via in un sol colpo giorno dopo giorno tutto ciò che li divideva dalla promessa fatta al loro Condottiero, spazzano via avversari ed avversità, sempre UNITI come un solo corpo, sospinti da un qualcosa di mistico, di magico di MITICO…credo dal loro Condottiero che dall’alto li ha osservati adempiere alla promessa solenne fattagli nel giorno più triste!!!
Poi c’è chi come me,umile cantore come Omero, di questa storia ha avuto L’ONORE IL PRIVILEGIO E LA FORTUNA di essere testimone diretto e per questo vorrei dire GRAZIE a questi magnifici ragazzi a cui io probabilmente non sono riuscito a dare nulla perché avevano già tutto, ma loro mi hanno insegnato tantissimo e gliene sarò sempre grato!! GRAZIE Massimo,Paolo,Umberto…ma soprattutto GRAZIE NANDO E GRAZIE RAGAZZI LEGGENDARI!!! Arnaldo”

Il settebello azzurro ha conquistato il podio più alto nella competizione europea vincendo a Tbilisi, in Georgia, la finale contro la Spagna per 10-6.  Non poteva che finire così, con un oro meraviglioso e commovente da dedicare proprio a Nando Pesci.

 Spagna – Italia 6-10 (1-2, 2-1, 0-3, 3-4)

SPAGNA: Aguirre, Valera 1, Biel 1, Ponferrada, Arizaga, Ramon, Andrade 1, Aznar, Valls, Gascon, Daura 3, Casabella, Matarredonda.
ITALIA: Castorina, Cassia 2 (1 rig.), Mladossich, Gianazza 1, Occhione, Condemi, Caldieri, Silvestri, Iocchi Gratta 1 rig., Ferrero 5 (3 rig.), De Gregorio, Parrella J. 1, Spinelli.
ARBITRI: Bura (Cro) e Haentschel (Ger)

I convocati: Matteo Iocchi Gratta (Roma Vis Nova), Alessandro Balzarini e Tommaso Gianazza (AN Brescia), Alessio Caldieri (Rari Nantes Savona), Andrea Mladossich (Pallanuoto Trieste), Francesco Cassia (Cc Ortigia), Davide Occhione (Telimar), Jacopo Parrella e Luca Silvestri (Circolo Nautico Posillipo), Roberto Spinelli (Tgroup Arechi), Filippo Ferrero (Bogliasco Bene), Francesco Condemi e Luca Castorina (Nuoto Catania), Alessandro Carnesecchi (Rari Nantes Florentia)e Daniele De Gregorio (Acquachiara Ati 2000). Nello staff, con il tecnico Massimo Tafuro, l’assistente Arnaldo Castelli, il team manger Alessandro Maizan, il videoanalista Paolo Baiardini, il medico Vincenzo Ciaccio. Arbitro al seguito Luca Castagnola.

Foto: da Pagina Facebook Arnaldo Castelli

 

Costantino Spina

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.