Russo e Rispoli fanno esplodere il ‘Franco Lattanzio’. Il Caprara è salvo!

Da il 13 Maggio, 2019

Il Caprara Calcio è salvo. Al termine di un campionato di Seconda Categoria dai mille volti la formazione di mister Francesco Pace ha coronato una rimonta record. Quando ormai la classifica sembrava condannare i gialloblù alla retrocessione in Terza Categoria, ecco arrivare il tanto atteso colpo di coda che tutti aspettavamo. Tanti sono stati i momenti bui: gli infortuni, due maxi squalifiche e qualche decisione avversa  sembravano aver già segnato il destino. Ma presidente, staff tecnico e giocatori nel momento di maggior difficoltà, anziché cedere alla rassegnazione, hanno fatto quadrato. Con il duro lavoro e la caparbietà dei singoli hanno realizzato una vera e propria impresa sportiva.  La truppa caprarola è riuscita a rimontare lo svantaggio nei confronti dell’Atletico Cologna Spiaggia, scavalcandola in classifica. Dieci i punti messi in cascina nelle ultime sette giornate di campionato a discapito dei teramani. La miglior posizione in classifica ha permesso di affrontare la finale play out con il fattore campo e due risultati su tre a disposizione.  Gara che i ragazzi di Pace hanno affrontato con la solita determinazione. La vittoria, meritata, è arrivata nel primo tempo supplementare grazie alle reti di Rispoli e Russo, che hanno così messo il sigillo su questo campionato. E dopo il triplice fischio finale è scattata la meritatissima festa. “Sono felicissimo – dichiara mister Francesco Pace a Spoltore Notizie – Ci davano per spacciati ma, contro tutti e contro tutto, siamo riusciti a realizzare una grandissima impresa. Un grazie di cuore a tutti i miei ragazzi, i tifosi che ci sono stati sempre vicini e la società”. Appuntamento dunque al prossimo anno, di nuovo in Seconda Categoria.

Caprara – Atetico Cologna Spiaggia 2-0 (Rispoli, Russo)

Nella foto il tecnico Francesco Pace

 

About marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.